Vento Aureo, è l’ora di… Unreal Engine!

A questo giro, gli studenti sono stati divisi in 3 gruppi e ogni gruppo aveva un environment con tematica diversa!

Tra pirati, nani e templi...

Il nostro professore Filippo Romani a questo giro ha voluto mischiare un po’ le carte in tavola qui a SkyUp Academy… giusto per rendere le cose un po’ più difficili…

Gli studenti di Vento Aureo sono stati divisi in tre gruppi da 5 e ogni gruppo aveva il suo capogruppo.

Il compito del capogruppo era quello di organizzare il team affinché i lavori venissero consegnati in tempo. 

A questo giro, le novità principali sono ben tre: la possibilità di utilizzare Quixel MegaScan in maniera totalmente gratuita (grazie alla recente acquisizione da parte di Epic Games), la gestione del progetto in maniera condivisa tramite server, così che ogni componente del gruppo lavorasse alla stessa scena degli altri, e… tre tematiche diverse tra loro, partendo sempre da un concept!

I risultati sono stati tre environment fantastici, completamente diversi tra loro: abbiamo una grande stanza nanica dentro una montagna, un tempio adornato di mosaici e pitture in mezzo a dei picchi montuosi e una città pirata, ispirata al videogioco Assassin’s Creed IV Black Flag.

Tutto questo è stato poi portato in VR, dove gli studenti hanno potuto esplorare i luoghi da loro creati!

Ti interessa Skyup Academy?

Registrazione confermata!