Skyup presente alla fiera Job&Orienta 2022

Di arte si mangia sempre più spesso, ormai sono in molti ad averlo capito. Lavorare con le digital art apre prospettive davvero concrete.

Dal 24 al 26 novembre siamo stati al Job&Orienta di Verona (se non la conoscente è una super fiera in cui
scegliere cosa fare dopo la scuola dell’obbligo). Tre giorni intensi in cui la curiosità di ragazzi e famiglie ci ha
letteralmente travolti.

Centinaia i ragazzi che si sono fermati a chiederci info sui corsi e che si sono divertiti provando le attività che avevamo preparato in stand.
La preferita? Provare l’Oculus Meta Quest 2 e muoversi dentro le ambientazioni 3D realizzate con Unreal Engine 5 dai nostri corsisti. Sono piaciuti un sacco anche i nostri energy drink e l’idea del gratta e vinci.

Ammiratissime le maquette in plastilina che abbiamo portato in esposizione e le locandine delle tesi dei nostri ex studenti (bravi ragazzi!). Davvero tanti anche i complimenti ricevuti per aver vinto l’ultima edizione dell’Avfx Students Award 2021.
Ne siamo usciti senza voce, ma ne è valsa la pena.

Soprattutto perché ci siamo resi conto che, finalmente, si è rotto quel muro del vecchio pregiudizio che diceva “Con l’arte non si mangia”. Sono in costante aumento le richieste di professionisti capaci di utilizzare le ultime tecnologie 3D non solo nel mondo cinema e videogiochi, ma anche lusso, design, moda, pubblicità e arredo.

Lo han capito bene anche le Istituzioni, tanto che nella conferenza di apertura di Job&Orienta, sia l’assessore veneto alla Cultura, Elena Donazzan, sia la Sottosegretaria di Stato al Ministero dell’istruzione e del merito Paola Fassinetti hanno sottolineato l’importanza di una fascia formativa strutturata per essere fortemente job oriented e capaci di valorizzare la creatività italiana.

CONDIVIDI SU: